Relativismo del Bene e del Male, una Liberazione mancata

liberazione25 Aprile 2015. La primavera intanto, tarda ad arrivare. L’Italia è stata liberata, e gli italiani oggi scelgono liberamente la propria prigione personale. Ho sempre sperato che l’avvento di internet e delle nuove comunicazioni avrebbero favorito l’evoluzione sociale dell’uomo, di una rivoluzione culturale, di un risveglio interiore. E invece non consideravo che i luoghi comuni, la volgarità, i video virali, la pornografia, viaggiano più velocemente delle idee.

Polemiche sul 25 Aprile ci sono sempre state, persone che pongono sullo stesso piano le atroci violenze commesse dai fascisti e dai partigiani. Fu  guerra civile signori… vi aspettate forse che la parola “civile” trasformi la parola “guerra” in una scampagnata? La guerra è infame, è orribile, abbrutisce l’uomo.

Conservando, sempre e comunque il rispetto per ogni persona deceduta, non si puo’ in alcun modo porre sullo stesso piano gli ideali di libertà che hanno mosso il movimento partigiano e l’ideologia di morte del fascismo. Questo Relativismo infame che equipara il Bene e il Male ha cancellato oggi il giusto biasimo della società, verso tutti quei poveri idioti, che pur avendo vissuto nella bambagia dell’era consumistica, si ritengono fascisti.

La libertà ci è stata donata, sta a noi farne buon uso.

Buon 25 Aprile.

W la Resistenza, W l’Italia, W la Repubblica

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s